Vallone - MADONNA DEL ROSARIO DELLE LACRIME DI SANGUE

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

 


IL VISO GUARITO


Dal diario di Giovanni Cordiano:


Il 20 luglio, la signorina Vallone (proveniente da Messina, abitante in Via Ghibellina), venuta con la madre e tre amiche, dopo una mattinata di adorazione, per la scomparsa dello scompenso cardiaco della madre, chiede un pezzo di cotone con sangue per la sua amica Maria e mi prega di chiuderlo in una busta e segnare il nome della destinataria.
Poi s’inginocchia davanti al quadro della Vergine. Ha il giovane viso deturpato dall’acne rosacea, una delle dermatosi più difficili da curare. Il volto è costellato da tanti buchi profondi, come piccoli crateri, tanto da simulare un vaiolo. La Donna poggia con fede il fazzoletto sulla bacheca del quadretto, contenente le croci comparse la prima volta, poi, con gesti lenti, quasi ieratici, lo passa sul viso. Sembrava che nulla fosse cambiato ma, durante il viaggio di ritorno, la madre, guardando in viso la figlia, la trova completamente guarita!
Sulla nave traghetto si accorge che la busta era macchiata di sangue, sia internamente sia esternamente.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu