ROSARIA LANZINO - MADONNA DEL ROSARIO DELLE LACRIME DI SANGUE

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

 




E LA FISTOLA SCOMPARVE




L'undici maggio, Lanzino Rosaria (nata nel 1908), abitante a Luzzi in Via Salita Calvario, affetta da fistola post-operatoria per colecistectomia da ben sei mesi, poggia un fazzoletto sul quadro della Madonna e poi lo applica sulla fistola.
Due giorni dopo è perfettamente guarita!
La signora Lanzino era stata operata alla colecisti il 4 aprile 1971, presso la Clinica Villa Ortensia di Cosenza, e successivamente il 17 maggio 1971 presso l’Ospedale Civile dell’Annunziata di Cosenza. Dopo l’operazione, i chirurghi le avevano introdotto un tubicino di gomma, per lo svuotamento della ferita (pus e sangue). L’otto agosto 1971 era stata portata a Roma, presso il Policlinico Umberto I, perché le fosse tolto il tubo. Vi rimase ricoverata per ben due mesi!
Dimessa dal Policlinico in data 08/11/1971, al posto del tubo restò un piccolo foro, dal quale continuava a fuoriuscire pus, per fistolizzazione della ferita.
Dell’avvenuta guarigione di Rosaria Lanzino esiste il certificato medico redatto dal medico chirurgo dott. Elio Parise da Luzzi.


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu