ROMILDA NANGI - MADONNA DEL ROSARIO DELLE LACRIME DI SANGUE

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

ROMILDA NANGI

 


...E LA CISTI SPARI'



È datata 7 febbraio 1974 una lettera della signora Romilda Nangi da Milano, che ebbe una grazia per evitato intervento chirurgico al ginocchio su cui aveva posto una pezzuolina macchiata di sangue, donatale da Giuseppina Haler. Alla dichiarazione scritta allega l’attestato medico.

Ecco la lettera di ringraziamento indirizzata alla sorella del Parroco, Mimma Anile:



Milano, 7.2.1974.

Carissima nel Signore Gesù,

per mezzo della signorina Giuseppina Haler ebbi la fortuna di possedere ed avere nelle mie indegne mani una pezzuolina imbevuta delle SS. Lacrime della Vergine Santa. Io, in tutta la mia vita, sono stata sempre tanto devota alla S. Vergine del Rosario. Ma quale meraviglia nel ricevere una grazia così grande!
Ero sotto cura del dottor Giacomelli, Studio Medico Polispecialistico dell’Associazione Amici Ambrosiani per le Opere di Padre Pio da Pietralcina, Via Andrea Doria N° 39, 20124 Milano (Telefono 270124).
Avevo un grande gonfiore alla gamba dovuto ad una ciste. Il medico mi disse che, dopo guarita, dovevo per forza operarmi e fare l’esame istologico perché si pensava che fosse un tumore. Io non sapevo la diagnosi del medico, però i miei la sapevano.
Alla sera prendo fra le mie indegne mani la pezzuolina delle SS. Lacrime e la misi su questo grosso nodo come un uovo. Tutta la notte ho tanto pregato. Mi assopii un poco solamente verso l’alba.
Quando mi sono svegliata, ho chiamato tutti a far vedere il fenomeno: era sparito tutto completamente!
Può immaginare la gioia…
Arriva il medico e, meravigliato del fenomeno disse:
<<Non credo ai miei occhi, perché in queste cose ci vuole solo un intervento chirurgico!>>
Io non ho scritto prima, perché volevo assicurarmi se potesse ritornare il male. Ma ora, grazie alla Grande Mamma Celeste, sto proprio bene!
Nell’estate spero tanto di poter venire a ringraziarla di persona alla Celeste Mamma. Intanto, cara e buona signorina Mimma, rivolga una preghiera di ringraziamento per me alla Celeste Mamma, ed io le sarò riconoscente.
La ricordo sempre con affetto e la riverisco nel Signore.


Aff.ma Romilda.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu