MONS. GAETANO MUSCIOTTO - MADONNA DEL ROSARIO DELLE LACRIME DI SANGUE

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

MONS. GAETANO MUSCIOTTO

 


PER LA GLORIFICAZIONE
DELLA MADONNA DEL SANGUE



Maròpati, 1° giugno 1975
Al Rev.mo D. Eugenio Anile
Arciprete di Maròpati

Mi è gradito e doveroso, per la glorificazione della Madonna del Sangue che è venerata nella Sua Parrocchia, riferirle quanto segue.
Il 7 novembre 1974, circa le ore 16, mentre ero alla guida della mia automobile Volkswagen, con a bordo un altro Sacerdote, P. Albino Finolto, residente a Barcellona (Messina), venivo investito da un camion che procedeva in direzione inversa, sulla strada statale Castelbuono-Scalo Ferroviario di Castelbuono.
Nell’urto sia io che il P. Albino riportavamo gravissime ferite e lesioni. Io, in particolare, riportai la frattura di 10 costole, della scapola sinistra ed un trauma cranico con lesione del nervo ottico e versamento pleurico.
Trasportato all’Ospedale Civico di Cefalù, vi giunsi gravissimo: mentre mi apportavano le cure necessarie, ebbi due collassi successivi.
In quelle condizioni, si decise di avviarmi al Centro di Rianimazione dell’ Ospedale Civico di Palermo.
Mentre giacevo nel lettino del Pronto Soccorso di Cefalù, mia sorella Giuseppina mi fece passare sul volto un poco di cotone bagnato di sangue della Vergine del Rosario di Maròpati, che teneva con sé nella borsa.
In quel momento mia sorella avvertì che io cominciai a riavermi, sicché giunto a Palermo, anziché al Centro di Rianimazione, fui avviato al Reparto di Chirurgia Toracica. Dopo appena 20 giorni di degenza, il 27 novembre successivo, nel giorno della memoria della “Medaglia Miracolosa”, fui dimesso dall’ospedale clinicamente guarito.
Dopo poco più di un mese di riposo a casa, a Geraci, potei ritornare a Cefalù, per riprendere il lavoro consueto.
Non ho avuto conseguenze e postumi in seguito all’incidente. Sono venuto a ringraziare la Madonna del Sangue in pellegrinaggio in data 13 marzo u.s.



Sac. Musciotto Gaetano
Cefalù (Palermo)

(Dal libro 30 anni di prodigi di G. Mobilia)


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu