Cardaci Francesco - MADONNA DEL ROSARIO DELLE LACRIME DI SANGUE

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

 



Nel pellegrinaggio del 2 ottobre 2010, proveniente dalla provincia di Ragusa, il signor Francesco Cardaci, residente ad Acate, si dichiara guarito completamente da esiti di ictus cerebrale in seguito alle preghiere della propria madre, Carmela Rafo, e dopo aver posto sul proprio corpo un batuffolo di cotone che la donna con fede aveva poggiato sul Quadro della Madonna a Maropati il 21 luglio 2013.
Sullo stesso cotone qualche giorno dopo, a conferma dell'intervento della Madre di Dio, era comparsa una macchia di sangue.
Il Cardaci che era stato dimesso dal reparto di Neurologia del Presidio Ospedaliero Riccardo Guzzardi di Vittoria (Ragusa) il 15 febbraio 2013, con la diagnosi di Ischemia cerebrale e, in seguito alla fisioterapia, dal Reparto di Medicina Riabilitativa di Comiso il 9 marzo 2013, con la diagnosi definitiva di Ictus cerebrale ischemico con emiparesi destra, disartria e Diabete mellito, si riprende completamente e inspiegabilmente, dopo ben cinque mesi dall'ictus, senza mostrare i segni visibili che la  patologia neurologica, aveva lasciato sul suo corpo (labbro storto, difficolta della parola, ipostenia della parte destra del corpo).
L'uomo confessa che prima della sua ripresa “miracolosa” era poco credente, ma che ora non può fare a meno di riconoscere l'intervento Divino nella sua vita e il suo graduale cambiamento interiore, tanto da venire in pellegrinaggio per ringraziare personalmente la Madonna della grazia ricevuta.


Maropati, 2 ottobre 2013.

Mi
chiamo Cardaci Francesco, sono nato ad Acate (Ragusa) il 20/12/1954 dove risiedo, in Via Vittorio Veneto 2/A.
Il 21 luglio 2013 mia mamma, Rafo Carmela, è venuta in pellegrinaggio a Maropati per chiedere la grazia, perché io stavo male in quanto, nel mese di febbraio, avevo avuto un ictus cerebrale con postumi di paresi.
Mia
mamma ha poggiato sul quadro della Madonna del Rosario delle Lacrime di Sangue una mia foto con del cotone, per chiedere la mia guarigione completa.
Tornata a
casa, mi ha consegnato il cotone che io ho conservato nel portafoglio.
Qualche
giorno dopo ho ritrovato il cotone macchiato di sangue.
Nel
frattempo mi sono ripreso completamente contro qualsiasi previsione medica e senza avere alcun sintomo della paresi.
Preciso che quando mia mamma mi ha dato il cotone, io l'ho passato sul mio corpo.
Oggi
sto benissimo e sono venuto a ringraziare la Madonna.
Preciso
ancora che prima di questo evento io non ero molto credente.
Oggi la macchia sul cotone, inspiegabilmente, è quasi scomparsa.
Rilascio
questa dichiarazione a gloria del Signore e per il trionfo della Madonna del Rosario delle Lacrime di Sangue.
Autorizzo l'Associazione alla divulgazione.
Cardaci
Francesco.


 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu